L’hotel ricco di tradizione di Bad Kleinkirchheim

Storia delle famiglie Pulverer e Scheriau

Lo sviluppo della località di Bad Kleinkirchheim da comune rurale a una delle località turistiche più trainanti dell’Austria è indissolubilmente legato alla storia della famiglia Pulverer e alla nascita dell’Hotel St. Oswald.

I primi anni

I capi stipite della nostra dinastia di albergatori furono Josef Pulverer e sua moglie Maria, che nel 1928 ricevettero la concessione per un punto di ristoro. Ben presto questo si trasformò in una trattoria e poco dopo furono inaugurate le camere per gli ospiti, che dal 1930 accolsero i primi turisti. Era stata gettata la prima pietra della casa madre, l’odierno Hotel Pulverer. Nel 1953 ci fu un cambio generazionale quando l’attività passò nelle mani del figlio Reinhard e della moglie Annemarie Pulverer. Ciò portò una ventata d’aria fresca a Bad Kleinkirchheim che vide svilupparsi un hotel di prima classe. Nello stesso periodo Bad Kleinkirchheim incominciò a crescere fino a diventare una località termale apprezzata. Protagonista fu di nuovo la famiglia Pulverer, che acquistò da un consorzio edile la prima piscina termale del luogo che fu eretta proprio davanti all’albergo, ampliando così il turismo termale e curativo.

Dal matrimonio nacquero tre figli: Reingard, Josef e Sigrun.
Il figlio Josef gestì i rifugi Kaiserburghütte e Rossalmhütte in montagna.
Nel 2005 la figlia Sigrun assunse insieme al marito la gestione dell’Hotel Pulverer e del rifugio Nockalmhütte.

 

L’Hotel St. Oswald

Nel 1977 Reingard si trasferì nella suggestiva località di St. Oswald situata più in alto rispetto a Bad Kleinkirchheim. È qui che egli diede vita all’Hotel St. Oswald: con amore per i dettagli e molta sensibilità nacque un piccolo gioiello. L’albergo si inserisce, infatti, in modo splendido nel paesaggio dei monti Nockberge. Non stupisce che con questo “capolavoro” l’architetto Othmar Egger abbia vinto negli anni ’70 del secolo scorso il Premio austriaco per l’architettura.

Presto seguirono i primi lavori di ampliamento: nel 1984 venne eretta la prima “zona wellness” dell’Austria. La piscina al coperto venne trasformata in una zona saune e piscine con vasche per il nuoto, zona relax, solarium, vasca idromassaggio, bagno turco, sauna finlandese e spazio all’aperto con vasca Kneipp per stimolare la circolazione e vasca d’acqua fredda per immersione. 

Già nel 1985 la sala ristorante fu ampliata con una meravigliosa zona buffet e la prima vinoteca in Austria all’interno di un albergo. Poco dopo fu ristrutturata e ottimizzata anche la cucina.

hotel-im-winter-suedseite dsc-0279

Altri ampliamenti dell’hotel

Nel 1991 fu fatto un grande investimento per la ristrutturazione e l’ampliamento di un totale di 20 camere.

Il risultato furono unità abitative e suite accoglienti, molto confortevoli e ampie.

Nel 2002 venne creato “L’albero della vita”, uno spazio creativo dedicato a bambini e ragazzi, a cui si aggiunse proprio di fianco l’accogliente biblioteca per trascorrere ore tranquille immersi nella lettura, riflessione, ecc.

 

La famiglia cresce…

Come la voglia di fare della giovane coppia aveva contribuito alla continua crescita della struttura, anche la famiglia crebbe in modo altrettanto prolifico. Dal matrimonio nacquero infatti quattro figli: Anna, Stephan, Christoph ed Elisabeth. Collaborare con zelo all’attività di famiglia fin da piccoli era una cosa ovvia per tutti. Fu così che nel 2013 Anna Scheriau subentrò ai genitori e da allora è lei che porta avanti la storia dell’attività di famiglia.

Prenota
Richiesta
Chiamateci
Email
EN
DE