Il mito della valeriana

La valeriana, una pianta medicamentosa pressoché dimenticata, vive una rinascita nel parco nazionale dei monti Nockberge.

Su particolari sentieri intorno a Bad Kleinkirchheim ci si inebria dell’affascinante profumo di questa pianta e ci si rilassa con bagni ai piedi a base di olio di valeriana in romantici rifugi. Un senso di benessere che coinvolge tutti i sensi.

Una piccola pianta poco appariscente con una grande storia e proprietà straordinarie. Già più di 2500 anni fa la valeriana era molto apprezzata in Oriente per il suo odore intenso ed aromatico e per le particolari proprietà per la cosmesi. La valeriana è stata per secoli una pianta molto amata anche in nord Africa e in Europa. Con la valeriana si faceva il bagno e ci si profumava. Veniva inoltre utilizzata per curare le più diverse malattie. Soprattutto nelle Alpi la pianta divenne una merce molto richiesta. Fino al 1936, anno in cui fu dichiarata specie protetta.

Nei monti Nockberge, l’unica zona in cui cresce ancora, la valeriana sta vivendo una rinascita. Grazie ad un progetto di ricerca della facoltà di agraria dell’università di Vienna, durato cinque anni, si è scoperto che la valeriana cresce bene soprattutto se raccolta nella giusta misura.
I visitatori dei Nockberge possono godere degli straordinari pregi della valeriana per la prima volta secondo i metodi fedeli alle tradizioni. La cultura quasi dimenticata della valeriana è diventata un’interpretazione nuova e al tempo stesso tradizionale delle escursioni wellness. Non ci sono né trattamenti chimici né finzioni.

websLINE-Professional (c)opyright 2002-2018 by websLINE internet & marketing GmbH